Connect with us

Articoli

Mercanteinfiera, in mostra l’eccellenza italiana

Published

on

L’autunno è una stagione attesa per Mercanteinfiera, che questo ottobre ha deciso di rilanciare la genialità italiana. L’appuntamento internazionale di arte antiquaria, modernariato, design e collezionismo vintage, che si sviluppa su 45 mila mq di superficie espositiva alle Fiere di Parma, torna nella sua edizione autunnale. Mercanteinfiera è un evento di pregio per la città, che ospiterà la fiera dal 5 al 13 Ottobre. È un’esperienza che permette di immergersi nella storia dell’arte e della letteratura con pezzi iconici, opere antiche, manoscritti e libri rari, letture piene di fascino ed entusiasmo. Mercanteinfiera trasforma Fiere di Parma in una città antiquaria, con più di mille professionisti del settore giunti da tutta Europa per presentare i propri preziosi ritrovamenti, anche letterari.
Le due mostre collaterali arricchiscono questo Mercanteinfiera seguendo il tema dell’eccellenza e dell’italianità: con la collaterale “In Her Shoes. Due passi nella storia della calzatura”, il Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi del gruppo LVMH e Fiere di Parma permetteranno di immergersi nella storia di un accessorio che è diventato arte, grazie ai grandi designer e i grandi artigiani che hanno saputo superare il preconcetto estetico di calzatura ed elevarlo. Il Museo della Calzatura nasce nel 1995 per volontà dell’imprenditore calzaturiero Luigino Rossi, desideroso di documentare la storia imprenditoriale della propria azienda, Rossimoda, che in oltre settant’anni di attività ha saputo dar forma alla creatività di grandi designer. Grazie a quest’opera di meticolosa archiviazione si potranno ammirare modelli come le scarpe sagomate della collezione primavera-estate 2013 di Celine, ispirate al guanto Schiaparelli con inserti a creare un’impeccabile manicure, e il sandalo di Marras per Kenzo del 2011, a tutti gli effetti sculture multicolore da indossare. Partendo dalle scarpe con pattino del XVII secolo – le scarpe delle nobili veneziane – passando poi per pezzi vintage di Dior, Pucci, Fendi, Kirkwood e altri grandi designer di moda, si va a creare un percorso narrativo dell’evoluzione creativa di un oggetto tanto comune.
La seconda collaterale è un assemblage dedicato a quegli artisti capaci di osservare e catturare un momento traducendone l’emozione in linguaggio visivo, i fotografi. Il titolo della mostra è “Collezione Bonanni Del Rio, la scelta italiana” e consiste in sessanta scatti provenienti dalla collezione privata di Lucia Bonanni e Mauro Del Rio della galleria d’arte BDC di Parma. In tutto una ventina di fotografi: dal documentarista Gabriele Basilico, agli scatti di Luigi Ghirri, attraversando il curioso punto di vista dei paparazzi Lino Nanni e Elio Sorci, che seppero con le loro foto far assaggiare a chi sognava di farne parte un pezzetto della Dolce Vita. Poi Mimmo Jodice, Ugo Mulas, Cesare Monti e Nino Migliori insieme ai disegni di Ettore Sottsass, e ancora i lavori di Elisabetta Catalano, Franco Fontana e Massimo Vitali.
I visitatori di questo Mercanteinfiera alla ricerca di un’opera preziosa e importante, potranno beneficiare del Fingerprint Authentication System, sistema di antifalsificazione proposto dalla fiera e nato dalla collaborazione tra il Centro Studi Archeometrici, Ars Mensurae e l’Università La Sapienza di Roma.

M. Beatrice Rizzo

Continue Reading
Click to comment

Notice: Undefined variable: user_ID in /home/kimjcgib/public_html/wp-content/themes/zox-news-childfemms/comments.php on line 49

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti