Connect with us

Lo Zibaldone

Gisella Blanco:”Melodia di porte che cigolano”

Published

on

di Bartolomeo Errera

Una poesia mal fatta secca gli animi, una poesia ben fatta li esorta. La poetica di Gisella Blanco rifluisce il suo profondo IO con un affaccio all’esterno trascinandosi dietro le sue numerose fobie. Uno sguardo dove il nudo è unico occhio per indagare,scrutare e sentenziare con o senza condanna. Il giudice monocratico è solo lei, autrice di se stessa coinvolgendo gli altri nei suoi “pensieri”. Tutti i quattro elementi vitali sono presenti, compreso un quinto, la morte. E’ alla continua ricerca di se stessa e di come inserire la sua materia, il suo essere, nel contesto cosmico. Lo fa con una ricca dose di rabbia, di rimpianto e di disperazione. Nei suoi versi duri e asciutti, almeno nella prima parte, telegrafa il suo disagio, il sentirsi non gradita ( rinnegata dalla sua terra natia), versi a volte singoli, distaccati nella costruzione ma uniti nell’accordare il suo grido di condanna, duri come è dura la terra sotto i piedi.

Una costruzione plastica che si staglia dai contesti più banali dove lei è orfana del suo tempo.

Non credo alla traccia pessimistica. E’ un gioco al massacro che l’autrice dirige per smuovere gli animi e spingere il lettore ad una diversa lettura della vita. La personalità interiore deve convergere con la personalità sociale. La prova è fornita dagli eccessi, dai colori forti, sangue e nero, buio e notte,dalla convinzione di non avere un posto ricercando un rifugio. Sarà la seconda parte che fornirà il lume per vincere il buio, esorcizzare la notte e trovare la salvezza e riscattare il delirio. I versi si placano compromettendo il tumulto interiore lasciando il passo ad un futuro fatto di “domenica mattina, futuro, rinascita,ritorno a casa (dalle vallate gialle di fiori freschi e more).

 

Gisella Blanco. Melodie di porte che cigolano

Eretica edizioni

ISBN 9788833441498

Euro 13.00

Continue Reading
Click to comment

Notice: Undefined variable: user_ID in /home/kimjcgib/public_html/wp-content/themes/zox-news-childfemms/comments.php on line 49

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti