Connect with us

Articoli

Brescia e Bergamo a Torino sulle ali di Mappa Letteraria

Published

on

Da un’intuizione della Microeditoria nasce la “Mappa Letteraria”. La piattaforma digitale che mette assieme luoghi e libri verrà presentata il prossimo 20 maggio al Salone del Libro di Torino

 

Che la Microeditoria fosse un motore inesauribile di cultura era assodato, ormai da vent’anni, come celebrato giustamente nello scorso 2022. Ma che fosse anche un incubatore di “innovazione” lo si è scoperto da poco grazie ad una felice intuizione di Daniela Mena, anima ispiratrice e direttrice della Microeditoria di Chiari, da sempre in prima linea nel difendere i piccoli editori di fronte al magma indistinto del consumismo libraio, così in voga tra i “pochissimi” lettori di tutta Italia.

Mappa letteraria, promosso con il sostegno del Centro per il libro e la lettura (ente del Ministero della Cultura) nell’ambito di BGBS Capitale italiana della Cultura e inserito all’interno di un progetto più ampio denominato Terre di Mezzo (presentato ufficialmente lo scorso 8 marzo in Broletto a Brescia), è infatti uno strumento incredibilmente semplice quanto originale. Tramite una piattaforma digitale, elaborata in collaborazione con le reti Bibliotecarie bresciana e bergamasca, si offrirà agli utenti/cittadini la possibilità di collegare la lettura dei libri ai territori e viceversa, in una scoperta continua, rispondendo finalmente a domande , quali ad esempio: ma quanti libri sono ambientati a Brescia? a Bergamo? oppure a Seriate, Chiari etc….?

Mappa letteraria è parte della risposta e certamente ha l’ambizione di non fermarsi alle due province. “Il progetto vede due fasi, questa è la fase pilota, che parte dai libri di Brescia e Bergamo, ma la connessione stretta con Cepell, Aib (associazione italiana biblioteche), Adei, Forum editoria e altre realtà nazionali è la base per allargare l’azione a tutto il territorio italiano – conferma Daniela Mena– “È un’esperienza che si fonda sulle competenze dei bibliotecari, oltre che dei lettori naturalmente, ed è strumento per creare percorsi letterari, mescolando passeggiate e letteratura, non solo rivolto alle mete turistiche ma per centri poco conosciuti e che in questo modo possono assumere un’ulteriore valenza culturale, oltre che turistica”

Per questi e altri motivi, Microeditoria porterà il progetto Mappa Letteraria al Salone del libro di Torino, il prossimo 20 maggio, all’interno di una presentazione che si terrà dalle 12.30 (vedi programma) e portando con sé una parte del sistema  Bergamo e Brescia Capitale della Cultura che ha creduto in questa iniziativa, anche grazie ad un contributo di Fondazione Cariplo. Tra i vari partner e sostenitori, oltre alla Città di Chiari che si fregerà per sempre di essere stata prima Capitale italiana del libro (correva l’anno 2020), anche il Cepell, il Centro per il libro e la lettura ed il suo Direttore Angelo Piero Cappello, da alcuni anni testimonial d’eccellenza per il mondo delle istituzioni culturali che dal livello nazionale si diramano e smistano nei gangli locali.  “Il libro – afferma infatti Cappello -, in tutte le sue valenze simboliche, può  e deve diventare la bussola di ognuno che voglia muoversi e viaggiare nel tempo e nello spazio con piena cognizione di sé  e di quanto lo circonda. E, per questo, la Mappa letteraria è  uno strumento indispensabile”. In questo senso un ruolo di assoluta centralità, come anzidetto lo svolge la Rete Bibliotecaria bresciana che è un po’ il fiore all’occhiello della Provincia di Brescia, potenziale enorme di diffusione culturale e di condivisione della lettura, a tutti i livelli. “La Rete Bibliotecaria Bresciana, costituita e gestita dalla Provincia di Brescia da oltre 35 anni, con le sue oltre 240 biblioteche diffuse su tutto il territorio provinciale, ha sostenuto da subito l’idea di progetto dall’Associazione L’Impronta” conferma la direttrice della Rete Marina Menni– “è inoltre una preziosa opportunità per valorizzare il lavoro peculiare delle biblioteche: raccogliere, valorizzare e diffondere la memoria e la conoscenza del territorio in cui operano”. E Stefano Rinaldi, per la Rete bibliotecaria bergamasca, sottolinea “Mappa letteraria è un progetto che abbiamo accolto come Rete Bibliotecaria Bergamasca con entusiasmo, valorizzare il territorio anche attraverso la scoperta  di libri che lo raccontano ben si sposa con l’obiettivo delle nostre biblioteche, per le quali il patrimonio locale è anche la comunità dove viviamo: da conoscere, scoprire e rileggere. Insieme ai nostri utenti e ai nostri libri.

L’intenso lavoro che in particolare Brescia e Bergamo stanno svolgendo insieme alle loro Reti Bibliotecarie è rappresentato senza dubbio dal primo massiccio inserimento di dati che ha coinvolto, e coinvolge, moltissimi editori e autori (fra i partner anche associazione Brescia si Legge, Fondazione Per Leggere, Touring Club di Brescia, Gam editrice) e non in ultimo i lettori stessi i quali, a loro volta, possono interagire con il sistema della Mappa Letteraria proponendo titoli oppure semplicemente dando un voto e recensendo i libri inseriti in piattaforma. Un vero e proprio sistema che dal Salone del libro di Torino, nell’anno di BGBS Capitale della cultura, si auspica avvii un confronto tra le istituzioni competenti (Ministero, Regioni, Province e Comuni) affinché le biblioteche di pubblica lettura possano diventare, per un numero sempre maggiore di cittadini, luoghi della conoscenza e dell’informazione, sicuri, affidabili e riconoscibili dove incontrarsi, confrontarsi e costruire reti di lettori e di comunità.

 

 

Non ultimo è utile ricordare che Mappa Letteraria farà “tappa” in alcune “passeggiate letterarie” previste all’interno della programmazione di Terre di Mezzo (28 maggio Palazzolo sull’Oglio,  2 giugno a Torre Pallavicina e Roccafranca, l’11 giugno a Rudiano e Pumenengo, vedi programma)

 

Ad accompagnare Daniela Mena il prossimo 20 maggio al Salone del libro di Torino ci saranno Piero Dorfles, famoso critico, scrittore e saggista, i già citati  Angelo Piero Cappello del Centro per il libro e la lettura del ministero della cultura (con lui Maria Amalia Amandola del comitato scientifico), Marina Menni e Daniela Nisoli della Rete bibliotecaria bresciana e bergamasca, Domenico Codoni Assessore del Comune di Chiari.

 

 

Visita la mappa al sito:

http://www.mappaletteraria.it/

 

Per ulteriori informazioni circa la Mappa letteraria si rimanda al sito www.microeditoria.it aggiornato in tempo reale.

Continue Reading
Click to comment

Notice: Undefined variable: user_ID in /home/kimjcgib/public_html/wp-content/themes/zox-news-childfemms/comments.php on line 49

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti