Connect with us

Notizie ed eventi

2021: Vibo Valentia Capitale italiana del Libro

Published

on

di MARIA ROSARIA GRIFONE

È Vibo Valentia la Capitale italiana del Libro 2021. La proclamazione è stata fatta dal Ministro della Cultura Dario Franceschini in diretta live sul sito del Ministero, dopo aver ricevuto il verdetto unanime della giuria, presieduta da Romano Montroni e composta da Valentina Alferj, Angelo Piero Cappello, Fulvia Amelia Toscano e Marcello Veneziani.

Nella motivazione si legge che la città “si è distinta per la qualità delle iniziative presentate, esposte con chiarezza, in cui si fondono rigore ed entusiasmo. L’idea di base nell’introduzione al progetto che ha vinto è di fare entrare prepotentemente il libro nella vita delle persone. Un concetto che siamo certi verrà tradotto in comportamenti virtuosi destinati a lasciare un’impronta duratura”.

Grande la soddisfazione della sindaca di Vibo Valentia, Maria Limardo, che ha detto: “Stiamo facendo un grande percorso come amministrazione per il riscatto della nostra comunità, perché la mia città è sempre stata considerata ultima in tutte le graduatorie e noi dobbiamo essere orgogliosamente i primi o comunque concorrere orgogliosamente, a testa alta, in Italia e nel mondo, perché Vibo Valentia è una città bella, ricca, piena di patrimonio, piena di straordinarie bellezze, ma soprattutto è fatta di tanta bella gente che legge, che scrive, che ha la consapevolezza e il senso identitario dell’appartenenza al luogo”.

Vibo Valentia è stata scelta tra sei città finaliste. Oltre alla località calabrese, erano infatti in corsa per il titolo di Capitale italiana del Libro Ariano Irpino, Caltanissetta, Campobasso, Cesena e Pontremoli.  Proprio a loro la sindaca di Vibo Valentia ha voluto lanciare una proposta per valorizzare ulteriormente il libro e la lettura: “Sarà bello per me fare un cartello con le altre città che sono state condotte in questa finale. Vorrei che questo fosse non soltanto un momento di competizione ma di solidarietà e unione fra noi per il superamento di tutte le barriere”.

“L’iniziativa della Capitale italiana del Libro”, ha affermato il Ministro Franceschini, “mette in moto un meccanismo virtuoso che non si esaurirà in pochi mesi ma produrrà i suoi effetti nel tempo”. Un’iniziativa, quella della Capitale del Libro, che è stata pensata, ha ricordato Montroni, “in un Paese che è agli ultimi posti in Europa negli indici di lettura”, benché “per fortuna negli ultimi anni, grazie al sostegno delle istituzioni, sia stata finalmente avviata una politica organica di diffusione del libro e di promozione della lettura”.

Vibo Valentia, in quanto vincitrice, riceverà dal Ministero della Cultura, tramite il Centro per il Libro e la Lettura, un contributo di cinquecentomila euro per la realizzazione del progetto.

La Capitale italiana del Libro è stata istituita dal Ministro Franceschini nel 2020, ai sensi
della legge 13 febbraio 2020, n. 15 per la promozione e il sostegno della lettura. Il titolo della prima edizione è stato conferito al Comune di Chiari, in provincia di Brescia, uno dei paesi più
colpiti dall’epidemia da Covid-19, che nei mesi più duri del lockdown ha trovato proprio nella lettura, compiuta attraverso i canali social dell’amministrazione, uno degli strumenti per sostenere la comunità.

 

 

Continue Reading
Click to comment

Notice: Undefined variable: user_ID in /home/kimjcgib/public_html/wp-content/themes/zox-news-childfemms/comments.php on line 49

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti