Connect with us

Eventi

Ustica: i fatti e le fake news

Published

on

LoGisma Editore, 2019 - pp. 368, euro 24,00) www.logisma.it

Mercoledì 3 luglio 2019, alle ore 19,30, presso la libreria “Tra le righe” (Roma) viene presentato l’ultimo libro della LoGisma Editore, dedicato alla strage di Ustica

Oggi, 27 giugno 2019, ricorre il 39° anniversario della strage di Ustica: 81 morti, nessun superstite. Ma nemmeno la verità sulle cause e sui colpevoli dell’evento sembra essere sopravvissuta. È quanto sottolineano Franco Bonazzi e Francesco Farinelli nel libro “Ustica, I fatti e le fake news. Cronaca di una storia italiana fra Prima e Seconda Repubblica” (LoGisma editore).
Fra i primi pareri ricevuti all’indomani dell’uscita del nuovo libro su Ustica è giunto alla casa editrice il commento di Giuliana Cavazza Isolani, parente di una delle vittime di Ustica.
«Come figlia che ha perso la propria madre a bordo di quel DC9 dell’Itavia, ho letto con grande interesse il libro di Bonazzi e Farinelli “Ustica. I fatti e fake news”. Un lavoro che libera finalmente il racconto della vicenda di Ustica da quel gigantesco cumulo di false notizie, sedimentate nel corso dei decenni, che ha soffocato e inquinato la ricerca delle cause del disastro aereo. Mi auguro che questo libro diventi l’indispensabile punto di partenza per qualunque futuro studio e ricerca su quanto accadde quel 27 giugno 1980».
Non è dato sapere se libro abbia davvero la forza per cambiare le carte in tavola, ma senza dubbio la LoGisma ha scelto di pubblicarlo perché era doveroso fare chiarezza fra le tante, innumerevoli, troppe versioni della storia circolate in questi 39 anni. Perché, complice l’impossibilità di poter osservare il relitto da vicino, per anni la verità è stata mascherata sotto una spessa campagna propagandistica, fatta di falsi scoop e sempre nuovi misteri che hanno alimentato una cospicua serie di dichiarazioni e di attività disinformative a favore di posizioni molto probabilmente ideologiche e interessate. La ricerca dei colpevoli ne ha risentito ancor più, e le indagini fino ad oggi condotte hanno mostrato un chiaro sbilanciamento nei confronti di scenari che non hanno avuto alcun riscontro oggettivo o prodotto risultati utili, trascurando, invece e del tutto, scenari alternativi come la pista dell’ordigno posto a bordo dell’aereo o la pista del terrorismo libico-palestinese, del terrorismo nostrano, dell’estremismo eversivo, delle organizzazioni mafiose, che avrebbero dovuto essere sondate con altrettanta solerzia.
Ne è risultato che la comprensione del caso Ustica si è sedimentata sopra una serie impressionante di false notizie e una ricerca pregiudiziale in merito a cause e colpevoli. Riteniamo che purtroppo sia questa, ad oggi, la verità più limpida. Una realtà in cui, stando alla documentazione disponibile, la scena politica italiana si è troppo frequentemente sovrapposta alla magistratura e alla sua indipendenza.
A beneficio dei lettori, il libro di Bonazzi e Farinelli distingue le vere notizie da quelle false, i fatti dalle ipotesi, il vero dal verosimile. E lo fa sia dal punto di vista tecnico che da quello storico e mediatico, senza trascurare di dipanare le intricate trame dei percorsi processuali penali e civili. Un libro scritto non soltanto per tentare di fare chiarezza sulle cause che hanno cagionato il luttuoso evento ma anche sulle ragioni che hanno contribuito a celare le importanti verità fin qui acquisite.

Mercoledì 3 luglio 2019, ore 19,30
Libreria “Tra le righe”
Viale Gorizia, 29 – Roma

 

di Andrea Coco

Continue Reading
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti