Connect with us

Narrativa

Per Giulio Regeni

Published

on

di Loredana Simonetti

“Noi siamo forti perché sappiamo di aver subito una ingiustizia.” L’uccisione di Giulio Regeni ha trasformato la famiglia, abituandola a convivere con un dolore insopportabile. È proprio questo dolore che ha veicolato Paola Deffendi e Claudio Regeni a difendere la loro dignità, certi di poter difendere anche la dignità del figlio, attraverso il libro “Giulio fa cose”. Scritto con la collaborazione dell’avvocato Alessandra Ballerini, i genitori di Giulio nella prima parte si lasciano trasportare dai ricordi di Giulio, di questo giovane uomo che si sentiva fortemente europeo, studioso e rispettoso delle regole e delle persone, e che aveva fatto del suo percorso di studi una complessa strada a difesa della giustizia e dell’uguaglianza. Poi la nuova storia: il rapimento del 25 gennaio 2016 al Cairo, la mancanza di collaborazione della polizia egiziana, il ritrovamento del corpo di Giulio pochi giorni dopo, niente spiegazioni, niente prove, un ingorgo di bugie che ancora oggi, a quattro anni dalla morte di Giulio, tiene banco tra l’Egitto e l’Italia.

Ritrovamenti occasionali di documenti, improbabili rapitori egiziani uccisi per segnare la fine delle indagini, promesse non mantenute sia dal governo italiano che da quello egiziano, testimonianze affossate, rapporti tra stato italiano ed egiziano all’insegna di una impossibile collaborazione nel cercare e trovare i mandatari del rapimento e delle torture, e gli assassini di Giulio. Il tutto riportato nel libro cronologicamente, con dovizia di particolari e precisione d’informazioni.

A niente valgono le 225 pagine di autopsia sul corpo di Giulio, che è stato riconosciuto dalla famiglia per la punta del naso, a causa delle violenze che il suo corpo aveva subito.

Ho visto sul suo volto tutto il male del mondo”, dirà la mamma, ma la forza dei genitori di Giulio è stata soprattutto di non chiudersi in loro stessi perché, “abbandonarsi al dolore significherebbe tradire i nostri valori, la nostra identità individuale e di famiglia”.

E proprio da questa determinazione che sempre accompagna Paola e Claudio, in questo libro “Giulio continua a fare cose”, a suscitare interesse non solo tra le persone locali ma anche tra personaggi pubblici e mediatici. “Giulio continua a fare cose” per sé e per tutte le persone vittime delle paranoie del regime egiziano, affinché gli apparati di potere non restino impuniti e non perseverino nelle loro nefandezze.

Paola Deffendi, Claudio Regeni
Giulio fa cose
– con Alessandra Ballerini-
Feltrinelli
Gennaio 2020
pp. 224
Prezzo: € 16,00

 

Continue Reading
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2019 Leggere:tutti