Connect with us

Lo Zibaldone

Fulvio Drigani: “Cercando la mia Itaca”

Published

on

 

Fulvio Drigani è nato a Genova ed è cresciuto a Mantova. Ha un’anima cosmopolita, avendo a lungo vissuto in diversi paesi del mondo. È stato capo della comunicazione online dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e dal 2010 al 2015 ha curato le campagne di comunicazione degli astronauti italiani. Ha esordito nella narrativa con il romanzo “#ColVentoInPoppa” (Robin Edizioni, 2019), finalista al Premio Letterario Internazionale Città di Como. “Cercando la mia Itaca” (Robin Edizioni, 2020) è la sua nuova fatica letteraria, disponibile in tutti gli store online.

 

a cura di Antonella Quaglia

 

«Ci presenta il suo nuovo romanzo Cercando la mia Itaca?».

Michele Stefanini è un cinquantenne bolognese in crisi, solo e disilluso, che decide di partire per una vacanza in Africa, sperando di ritrovare se stesso nella pace di un luogo esotico. La sua vita prende però subito una piega inaspettata perché incontra Nick, un giovane inglese innamorato dell’Africa che odia i colonialisti bianchi, Jürgen, un tedesco alla disperata ricerca di suo fratello Joachim misteriosamente scomparso nella foresta degli spiriti, e Sonia, l’invadente ed emotiva direttrice dell’albergo dove i tre soggiornano. Michele dimentica subito l’idea di passere un periodo tranquillo e meditativo e si lascia trascinare nella ricerca di Joachim, gettandosi in tal modo in una pericolosa avventura, mentre prova anche nello stesso tempo a ritrovare la via dell’amore. I suoi tormenti interiori sono però ulteriormente accentuati dall’arrivo del figlio, col quale ha un rapporto difficile anche perché gli ricorda troppo, sia fisicamente che nelle pose che assume, la madre, ossia il grande amore che Michele ha perduto. Gli eventi intanto incalzano, mentre Michele, sempre in bilico sul filo sottile che lega disperazione e speranza, si tormenta e si chiede se sia per lui ancora possibile, passati i cinquant’anni, innamorarsi nuovamente, ricucire il rapporto col figlio, rifarsi una vita. Lo si capirà nel concitato e drammatico finale dove si intrecciano le sue vicende personali con la soluzione del giallo sulla scomparsa di Joachim.

 

«Cercando la mia Itaca: quale significato si cela dietro al titolo della sua opera?».

Il titolo vuol significare il percorso che un essere umano, in questo caso Michele, compie per raggiungere la propria meta, che nel romanzo è l’equilibrio sentimentale, non solo con l’altro sesso, ma più in generale col figlio e con chi gli sta  vicino.

Michele non è più giovane e questo obiettivo non lo ha raggiunto, anzi, negli ultimi anni  lo ha addirittura perso per strada. Da qui l’analogia col viaggio di Ulisse che per tornare a Itaca impiega anni, affrontando numerose esperienze, spesso traumatiche, andando incontro a incertezze e paure.

Nello stesso tempo, però, Itaca è anche il titolo di una celebre poesia di Kavafis, un poeta greco dotato di una sensibilità straordinaria, che ammiro molto e al quale ho voluto rendere omaggio.

 

 

«Michele Stefanini è il protagonista del suo romanzo. Vuole descrivercelo?».

Michele è un uomo ripiegato su se stesso, segnato dalla vita, che sopravvive puntando sulla razionalità e che all’inizio si descrive così: “A Bologna, chiuso in me stesso, avevo attraversato un lungo periodo di totale estraniazione, di ostilità addirittura, verso il mondo esterno”. Uscito dal suo ambiente, però, si fa coinvolgere dalle persone che incontra e cerca a tentoni, spesso in maniera contraddittoria, di riscoprire l’amore, la tenerezza nei confronti del figlio, la semplicità e spontaneità dell’amicizia. A volte cerca negli altri delle vere e proprie ancore di salvezza ma, nel fare ciò, riscopre alcune sue doti andate perdute nel tempo e anche altre, che non sapeva nemmeno di avere. E così, pur continuando a soffrire, pur rimanendo contraddittorio nei comportamenti, Michele continua a combattere fino alla fine la sua battaglia per riacquistare la gioia di vivere.

 

 

«Quali sono tre buoni motivi per i quali è importante leggere Cercando la mia Itaca?».

Cercando la mia Itaca è:

  • un romanzo incentrato sulla precarietà dell’equilibrio sentimentale che sempre condiziona la vita di tutti noi. È quindi una storia dai risvolti psicologici profondi e coinvolgenti;
  • una storia avventurosa, un vero e proprio giallo da leggersi tutto d’un fiato, con una trama ben congegnata e ricca di colpi di scena;
  • una riflessione sulle diseguaglianze fra i popoli nel mondo contemporaneo.

In sostanza, Cercando la mia Itaca è un romanzo che intrattiene, coinvolge e che fa anche meditare.

 

«Lei si definisce uno “scrittore giramondo”: ha infatti lavorato, vissuto e viaggiato in diverse parti del mondo. Quanto e come ha inciso il suo stile di vita nomade sulla creazione delle sue opere letterarie?».

È stato un accumulo di esperienze e una grande opportunità per dare un più giusto peso alle cose. Se vogliamo, è stata per me la ricerca della mia Itaca, intesa più come momento per accrescere le proprie conoscenze piuttosto che per ritrovare i sentimenti, un modo attraverso il quale approdare alla scrittura con un bagaglio interiore adeguato. Penso infatti che in ogni paese, non solo in Italia, si viva sostanzialmente in un microcosmo. Conoscendo diverse realtà ci si rende ben presto conto di quanto ciò sia limitante e si è più disposti a mettere in gioco le proprie certezze iniziali per cercare di raggiungere una maggiore maturità.

 

«Cosa significa per lei scrivere e raccontare storie?».

Significa vivere! In primo luogo è una sorta di liberazione. Ogni romanzo è un insieme di pensieri, sentimenti e sensazioni sui quali avevo spesso riflettuto e che finalmente emergono grazie a quella cosa meravigliosa che è una creazione. In secondo luogo, “raccontare una storia” significa andare al di là di questo atto creativo a favore degli altri, cioè trasformare una materia ormai chiara nella mia mente ma ancora confusa sulla carta in una trama interessante e precisa, in una lettura godibile e scorrevole che eviti la retorica e che intrattenga. Quando il romanzo viene poi pubblicato provo una gioia profonda nel sentirmi dire dai lettori che sono riuscito a ottenere questo risultato. In terzo luogo, è un’occasione per comunicare dei messaggi sia per quel che riguarda la mia visione della vita umana, con i suoi sentimenti e passioni, sia in campo sociale e politico, giocando però sulle sfumature. Un romanzo non deve mai trasformarsi in un saggio.

 

 

«Di cosa parla il suo precedente romanzo #ColVentoInPoppa?».

Se Cercando la mia Itaca è la storia di un cinquantenne in crisi, #ColVentoInPoppa è  invece un romanzo di formazione. I protagonisti sono infatti due coppie di giovani appena laureati che partono da Milano e che, facendo diverse tappe, arrivano in Giappone. Pur essendo molto diversi fra loro, sono all’inizio convinti delle loro scelte individuali e di coppia e si tuffano pieni di sicurezza  in quell’avventura, scandita dall’hashtag che dà il titolo al romanzo.

Inoltre, mentre Cercando la mia Itaca, pur raccontando un viaggio, non descrive nei dettagli i luoghi, #ColVentoInPoppa è un romanzo di viaggio vero e proprio che ci porta a conoscere Istanbul, ad attraversare il deserto in Arabia, a scoprire l’India mistica e la vita notturna di Bangkok, la Grande Muraglia cinese e le atmosfere zen giapponesi. Attraverso intricate e anche dolorose vicende, le personalità dei protagonisti intanto maturano in direzioni sempre più diverse fra loro e al ritorno non saranno più gli stessi, finendo col prendere percorsi fra loro incompatibili. Il finale, però, non è affatto scontato e lascia ampio spazio al lettore per elaborare le proprie conclusioni.

 

Titolo: Cercando la mia Itaca

Autore: Fulvio Drigani

Genere: Narrativa Contemporanea

Casa Editrice: Robin Edizioni

Collana: Robin&Sons

Pagine: 216

Prezzo: 14,00 €

Codice ISBN: 978-88-727-45-991

 

 

Contatti

https://www.fulviodrigani.com/

https://twitter.com/FDrigani

http://www.robinedizioni.it/

https://www.amazon.it/Cercando-mia-Itaca-Fulvio-Drigani/dp/8872745993

https://www.ibs.it/cercando-mia-itaca-libro-fulvio-drigani/e/9788872745991

https://www.mondadoristore.it/Cercando-la-mia-Itaca-Fulvio-Drigani/eai978887274599/

Continue Reading
Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Copyright © 2020 Leggere:tutti